Premio Donna “Anna Maria Trotti Bertoni”

Il Club ha deciso di attruibuire un riconoscimento all’impegno professionale e alla dedizione verso la società da parte di figure femminili del territorio, istituendo una premiazione particolarmente sentita.

La prima intitolazione è stata definita “Premio Donna” e di essa si sono svolte due edizioni. In seguito, la ricerca di una personalità femminile della città, cui poter intitolare il premio e che potesse al meglio rappresentare lo spirito di questa attribuzione, ha portato a scegliere la figura di Anna Maria Trotti Bertoni, la cui disponibilità e generosità verso gli altri sono state caratteristiche riconosciute da tutte le persone che hanno avuto la fortuna di incontrarla.

La sua carriera di insegnante iniziò in un Istituto milanese; nel mentre prestò la sua opera presso l’Associazione laureati dell’Università Cattolica e poco dopo si iscrisse all’ Avulss (Associazione per il volontariato Socio Sanitario). Per 15 anni è stata presidente della sede Avulss di Faenza, fondata nel 1982 dal Dott. Franco Missiroli e da Don Luigi Fabbri, con lo scopo di prestare assistenza umanitaria gratuita in ospedale e strutture collegate, specie a sostegno dei disabili ed anziani.

Il suo impegno illimitato a favore degli altri la portò a fare parte di molte associazioni (fino a 20 contemporaneamente) tra cui il CIF (Centro Femminile Italiano). Fu per anni preside dell’Istituto Magistrale Santa Chiara, tenendo contemporaneamente lezioni di ripasso gratuito e fu ideatrice e cofondatrice della Libera Università degli Adulti, curandone l’andamento, i contatti con i professori e gli iscritti.

Nel 2012 è stata insignita del Premio “Mariposa” per il suo impegno nel volontariato faentino.

Non si risparmiò nella vita privata: è noto a molti che accolse in casa, oltre ad immigrati, un figlio adottivo, nonché due ragazzi di colore che allevò e mantenne agli studi: una generosa apertura umana e mentale di tale portata sorprenderebbe e susciterebbe ammirazione anche oggi. E’ facile immaginare quanto dovesse apparire controcorrente decenni fa!

Finché il marito, il preside Giuseppe Bertoni (fondatore del Rotary faentino) fu in vita, collaborò alle attività del Rotary Club e del Gruppo Consorti con molta generosità. Negli anni successivi non mancò mai alle conviviali dedicate all’assegnazione del Premio Bertoni, testimoniando in queste occasioni la sua attenzione verso il mondo della scuola, dell’istruzione e della formazione dei giovani. Le fu quindi giustamente conferito nel 2006 il PHF.

Recuperarne e sostenerne la memoria appare dunque doveroso ed è anche certamente opportuno diffonderne la conoscenza e l’esempio presso le nuove generazioni: all’interno e all’esterno del Rotary.

1° Premio Donna (2022)
Claudia Bellini (imprenditrice settore moda), Laura Esposito (ricercatrice CNR) e Maddalena Guazzolini (impegnata in economia sociale)

2° Premio Donna (2023)
Chiara Cattani (musicista), Cristina Drei (interprete teatrale) e Carlotta Ragazzini (campionessa paraolimpica)

';